Beni Comuni, Una Ricchezza Sociale

Roma possiede un vasto patrimonio pubblico in parte sottoutilizzato, che deve essere valorizzato, ma non in chiave economica e non deve costituire una rendita.

Deve invece essere utilizzato per perseguire finalità di interesse pubblico, funzionali alla crescita sucio-culturale e al benessere delle comunità locali, deve stimolare la coesione sociale e le iniziative di una cittadinanza attiva e consapevole.

Il settore necessita di una profonda ristrutturazione.

Oltre ad una nuova regolamentazione che faccia ripartire il settore delle concessioni per finalità socio-culturali, devono essere previste nuove forme di collaborazione con i cittadini organizzati, per la gestione di beni immobili del patrimonio indisponibile di proprietà capitolina.