Roma a quattro Zampe

È un dovere salvaguardare i diritti e il benessere degli animali d’affezione e della fauna selvatica, con azioni concrete e urgenti da adottare con il coinvolgimento delle associazioni animaliste accreditate, gli ambulatori e strutture veterinarie che operano in ambito comunale.

È importante intensificare i rapporti, creare una rete capillare, con la quale affrontare e superare le criticità.

È importante:

  • Piano pluriennale per ottimizzare e sviluppare le strutture comunali esistenti, costruirne nuove, distaccare il reparto sanitario dai rifugi (onde evitare la proliferazioni di infezioni), incrementare il Pronto Soccorso veterinario e attrezzare una spiaggia libera sul litorale romano per ospitare le persone e i loro amici a quattro zampe;
  • Revisionare Regolamento Capitolino e i protocolli per il contenimento – non cruento – della fauna selvatica;
  • Istituire sia di un Garante con compiti di controllo e vigilanza dei regolamenti e delle attività svolte dagli operatori nei rifugi comunali sia di un rappresentante istituzionale in ogni Municipio che si interfaccia con il primo, le ASL e le realtà territoriali, per la gestione e le emergenze di qualsiasi specie animale;
  • Campagne di sterilizzazione, adozione e microchippatura gratuita per cani e gatti;
  • Manutenzione e ampliamento aree cani e, dove ce n’è bisogno, realizzazione di nuove;
  • Convertire con mezzi non inquinanti le botticelle a trazione animale e sviluppare il Bioparco, favorendo la sua trasformazione in un centro per il recupero di animali selvatici provenienti anche dai circhi.