fbpx

Europee: bene il PD, ora al centro i giovani

Le elezioni Europee ci consegnano un Partito Democratico che cresce, è vivo ed è attrattivo verso i giovani. Si conferma alternativa credibile alla destra e forza di riferimento nell’area del centrosinistra, legando ancora fortemente i suoi valori ai territori e alle comunità.

Anche a Roma abbiamo ottenuto un risultato importante che premia l’azione amministrativa che stiamo mettendo in campo. Ringrazio la segretaria Schlein e tutti gli attivisti che hanno contribuito, con dedizione e grande passione civile, a questo esito. È solo una tappa di un processo che deve vederci coraggiosi protagonisti di una riscossa democratica, a tutti i livelli. Dobbiamo dare risposte forti, su questioni che, non dimentichiamocelo, cambiano la vita delle persone.

Contro l’astensionismo

Dobbiamo ricostruire il rapporto tra elettori e politica, invertendo il trend di sfiducia, con la percentuale di astensionismo che è arrivata ormai al 50%. Vanno realizzate misure e politiche per riconquistare l’altra metà degli elettori stanchi e disillusi. Possiamo farlo ripartendo dai giovani che sono andati a votare ed hanno espresso le loro posizioni a favore di diritti, inclusione, accoglienza, lotta al cambiamento climatico, sostenibilità, investimenti, europeismo.

Il dialogo con i giovani under 30

Sono le ragazze e i ragazzi under 30, sono i dati a registrarlo, che ci consegnano la maggioranza tra le loro preferenze, sentendosi vicini ad un centrosinistra che non può più ignorarli, ma che invece deve vederli parte attiva del proprio progetto per un futuro concreto che risponda ai loro bisogni, fragilità e speranze.

Il Partito Democratico deve continuare a impegnarsi sulle battaglie e sfide sentite come prioritarie dai cittadini: lavoro, sanità, scuola, uguaglianza e parità. In modo chiaro, con compattezza e decisione, davanti chi vorrebbe riaffermare privilegi, divisioni e odio riportando indietro nel tempo conquiste come il diritto all’aborto.

Auguro buon lavoro ai nuovi parlamentari europei tutti, affidandomi, in particolar modo ai democratici. Saranno loro, con il nostro sostegno e lealtà, a costruire in Europa una nuova casa, inclusiva e progressista, nel dialogo fruttuoso con i territori e con le giovani generazioni.

Leggi le altre notizie del blog

Scritto da Emanuele Forlivesi

0 Comments

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il Papa in Campidoglio

Il Papa in Campidoglio

È con profondo senso di gioia ed emozione che ho accolto, questa mattina, il Papa in Campidoglio. Portando i saluti dell’Assemblea Capitolina, accanto al mio personale, donne e uomini che con responsabilità e sensibilità sono ogni giorno al servizio della...

leggi tutto