fbpx

Premiati i vincitori del bando Sementi

da | Nov 14, 2023 | Sociale | 0 commenti

A maggio avevamo lanciato tre bandi su volontà mia e dell’Assemblea capitolina, per contributi destinati a progetti socio-culturali. Oggi sono stati premiati i vincitori del bando “Sementi”, o meglio alcuni dei progetti vincitori.

Il nostro obiettivo era quello di proseguire il percorso di apertura delle istituzioni alla nostra città, coinvolgendo le romane e i romani, anche in ottica intergenerazionale, su temi centrali per la nostra comunità. Possiamo dire che ci siamo riusciti.

I vincitori

Ho preso parte agli spettacoli e alla premiazione di due progetti vincitori del bando “Sementi”, ai teatri Trastevere e San Paolo, con l’associazione culturale “Teatro Trastevere” e l’associazione culturale “I Cerchi Magici“.

Entrambi i progetti hanno reso protagonisti studentesse e studenti giovanissimi (elementari e medie) di alcune scuole romane.

“Teatro Trastevere”, per il progetto intitolato “La Città di Tutti” ha scelto di creare un contest rivolto alle classi delle scuole primarie e secondarie di primo grado. Scuole prevalentemente di periferia e multietniche, dove l’inclusione si sperimenta come pratica quotidiana, con un grande impegno da parte degli insegnanti che lavorano a contatto con i bambini e i ragazzi.
I ragazzi hanno realizzato testi e video sul tema dell’inclusione.

1° Premio: IC Casal Bianco – I colori dell’inclusione
2° Premio: IC Tullio De Mauro – Basta poco per essere tanto

“I Cerchi Magici”, hanno invece sviluppato il focus sulle migrazioni e gli immigrati. Quegli “altri” che eravamo noi, nel passato, quando dall’Italia i nostri nonni e bisnonni cercavano altrove un futuro migliore. Sono riusciti a farlo tramite uno spettacolo teatrale con musiche dal vivo. Ho apprezzato tantissimo il modo di affrontare, con l’arte, i temi dell’immigrazione contro le discriminazioni di ogni genere, facendo collaborare gli alunni insieme ad attori e musicisti professionisti.

Bravi ragazzi!

Per una società migliore

Come affermato anche dai docenti e responsabili dei progetti, il bando è servito da pretesto coinvolgendo i più giovani, per fermarsi e guardarsi nelle classi, tra compagni. E chiedersi come si sta, cosa si vuole essere. Insieme.

Perché oggi o lo fanno i ragazzi, che sono il futuro, imparando a come si vorrà stare nel mondo, o non lo farà nessuno.

Il tema cardine, quello dell’inclusione, ha permesso agli studenti di mettersi in gioco, nelle loro diversità e relazioni, avendo l’opportunità di essere davvero se stessi e conoscersi meglio.

Ancora una volta, il teatro e le arti performative dimostrano di essere strumento meraviglioso ed efficace di esperienza e conoscenza, soprattutto per i più giovani.
Adesso non vedo l’ora di conoscere gli altri vincitori dei progetti, prima di replicare il bando anche per il prossimo anno.

Leggi le altre notizie del blog

Scritto da Emanuele Forlivesi

0 Comments

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Roma verso il futuro

Roma verso il futuro

Roma sta vivendo una bella e significativa stagione di trasformazione. Una città finalmente in movimento per recuperare il tempo perso ed essere alla pari delle grandi Capitali internazionali. Un’opera di rigenerazione che nasce e si sviluppa grazie all’attenta e...

leggi tutto