fbpx

Roma verso il futuro

da | Apr 10, 2024 | Eventi | 0 commenti

Roma sta vivendo una bella e significativa stagione di trasformazione. Una città finalmente in movimento per recuperare il tempo perso ed essere alla pari delle grandi Capitali internazionali. Un’opera di rigenerazione che nasce e si sviluppa grazie all’attenta e incisiva azione dell’Amministrazione guidata dal Sindaco Roberto Gualtieri.

Assemblea capitolina

Un ruolo centrale è svolto in questo percorso dall’Assemblea Capitolina che ho l’onore e la responsabilità di guidare. Un impegno costante al servizio delle romane e dei romani, consapevoli che la fiducia che ci è stata data deve trasformarsi in risposte concrete alle esigenze della collettività.

Coraggio delle scelte, determinazione, ascolto, apertura e partecipazione: sono le parole che caratterizzano il lavoro in Aula Giulio Cesare. Anche attraverso un rapporto leale tra le varie parti politiche, di maggioranza e di opposizione. E il gruppo del Partito Democratico, forza di maggioranza, facendo sintesi tra le varie sensibilità, è motore propulsivo di questa positiva fase.

Numeri e atti

Dal suo insediamento, l’Assemblea capitolina si è riunita 213 volte, ha votato 376 delibere e 325 mozioni (dati aggiornati al 5 aprile 2024). Atti importantissimi per la nostra città.

Mi riferisco, ad esempio, alla felice conclusione della vicenda Multiservizi: abbiamo garantito continuità lavorativa a oltre 2.000 dipendenti; alle delibere per Farmacap o per il nuovo Piano Casa; allo sblocco dei toponimi; dando il via libera all’interesse pubblico per lo Stadio della Roma. Rinnovando fondamentali regolamenti come quello per i Centri Anziani o per gli impianti sportivi; abbiamo istituito la Consulta per i diritti delle persone con disabilità; abbiamo assicurato fondi in bilancio per i voucher per lo sport, una misura a sostegno di migliaia di famiglie, e le risorse per le tessere agevolate Metrebus per gli under 19, per un città sempre più dei giovani. Con la modifica del regolamento, il Garante dei detenuti è ora nominato dal consiglio comunale.

Supporto alla giunta

L’Assemblea capitolina, dunque, oltre alla sua classica azione di indirizzo e controllo, sta fornendo un supporto prezioso al governo cittadino a partire dalle sfide del Giubileo e i fondi Pnrr; i grandi eventi; il piano rifiuti e gli interventi per il decoro; le grandi opere infrastrutturali e il potenziamento del trasporto urbano e, in tale ottica, è arrivato l’ok all’uscita di Atac dal concordato preventivo; tutte le misure e i progetti per riconnettere il centro alle periferie in attesa di riscatto sociale.

E, con alcune sedute straordinarie volute dalla maggioranza, focus su temi prioritari come quello della Riforma dei poteri per Roma Capitale. Per la prima volta, inoltre, si è tenuta una seduta presso il Mausoleo delle Fosse Ardeatine in occasione dell’80° anniversario dell’eccidio. Su impulso personale, è stata riavviata l’attività del Coordinamento dei Presidenti dei Consigli comunali italiani, con un’interlocuzione anche con Anci.

Altra battaglia dell’Assemblea è quella di evitare la scellerata decisione del Governo della Riforma dell’Autonomia differenziata, un tema che non può vederci indifferenti per le negative conseguenze e che deve essere un obiettivo prioritario proprio del Partito Democratico. A tal fine abbiamo approvato una mozione in Aula alla quale ha fatto seguito anche un incontro pubblico con autorevoli rappresentati del mondo giuridico e universitario.

Apertura e ascolto

Sin dal primo giorno da quando sono stata eletta Presidente, ho sempre indirizzato il mio impegno alla massima apertura, alla partecipazione e all’ascolto dei territori di ogni Municipio. Non possiamo essere efficaci senza un capillare contatto con le romane e i romani. Le istituzioni devono uscire dal Palazzo, non chiudersi nella “torre d’avorio”. Ecco perché abbiamo lanciato il “Tour della Costituzione”, incontrando gli studenti di tutti i Municipi; con il bando “Sementi” l’Assemblea invece ha ridato vitalità ai fondi destinati alle associazioni e a tutti i soggetti capaci di realizzare eventi su temi sociali; attenzione agli anziani con il progetto “Gli Anni Inversi” e agli universitari con “Capitale Futuro”.

Così come abbiamo avviato una serie di aperture di Palazzo Senatorio alle scuole, per far conoscere il funzionamento della macchina amministrativa e degli organi istituzionali. In tema di parità di genere, come Presidenza è stato promosso il Premio Roma Rose, giunto alla sua terza edizione ed abbiamo modificato il regolamento del Consiglio per permettere alle consigliere neomamme di partecipare da remoto alle sedute e di avere inoltre a disposizione in Aula Giulio Cesare uno spazio bebè per allattamento: un atto, questo, di civiltà e che sta facendo scuola in Italia.

Orgoglio

Siamo dunque protagonisti di un virtuoso processo di rilancio. E lo facciamo con l’orgoglio di amministrare la Capitale d’Italia, con tutto il suo patrimonio di bellezza, con la sua storia e l’arte, con le sue criticità ma soprattutto il suo potenziale di sviluppo. Orgogliosi di una città inclusiva e accogliente. Orgogliosi di quanto abbiamo già messo in campo e di quanto è già in cantiere. Siamo a metà strada del nostro cammino, la marcia è quella giusta, i risultati sono già evidenti.

Non fermiamoci, proseguiamo insieme verso la direzione giusta.

Leggi le altre notizie del blog

Scritto da Emanuele Forlivesi

0 Comments

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *